“LAND ART” – Amore per arte e natura di Giannino Calcagnini

Alla scoperta delle opere d’arte nascoste all’interno della Tenuta Santi Giacomo e Filippo

tenuta-santi-giacomo-filippo-maneggio

Dopo aver esplorato il mondo ed essersi innamorato delle infinite sfaccettature della natura, Giannino Calcagnini decide di dedicarsi alla pittura e alla scultura. Nato nel 1943 ed attualmente residente a Mondaino (RN), Calcagnini è per la Tenuta Santi Giacomo e Filippo una vera fonte d’arte: le sue opere infatti sono nascoste nell’incontaminata bellezza del verde e sorprendono inaspettatamente gli ospiti.

art urbino

Ma quali sono queste opere? Dove si possono trovare? La più maestosa, e non solo per la sua grande mole, è sicuramente l’opera chiamata “Il pensiero è più veloce dell’azione”. Appare al turista lungo la strada per Urbino ed è un grande Cavallo Arabo in ferro battuto che salta il Mondo con l’uomo aggrappato alla criniera. E’ una metafora contro i pregiudizi e gli ostacoli, che vengono superati, con un grido di libertà: un’opera potente, che trasmette qualcosa di magico, soprattutto al tramonto che è mozzafiato da quel preciso punto panoramico.

madre naturaUn’altra bellissima opera si trova lungo la strada che dal resort porta al ristorante Urbino dei Laghi, nel bel mezzo del vigneto e dell’uliveto. Il suo nome è “Mater Naturae” ed ha la forma di una donna dormiente su un fianco. Per la sua costruzione sono stati impiegati esclusivamente dei materiali naturali, che richiedono una costante cura… e non è un caso! Il potente simbolismo dell’opera ha per protagonisti la natura stessa e la maternità come fonte di vita: è la vita stessa che va curata e coltivata continuamente, come un dono che dobbiamo dimostrare di saper meritare.

Vuoi conoscere quali altri opere sono nascoste all’interno della Tenuta Santi Giacomo e Filippo o vederne un’anticipazione? Seguici su Instagram