Vino in Anfora: Storia, Caratteristiche e Vantaggi

Le anfore sono conservatrici naturali delle nostre tecniche e del nostro territorio.

la cantina1

Non una è moda… Il Vino in Anfora è Natura ed espressione del territorio!

Siamo nell’età della Magna Grecia, dove le Anfore di terracotta venivano utilizzate per la conversazione di Alimenti. Ci collochiamo in Georgia, custode di metodi e tecniche di produzioni del vino. La terracotta, con il suo isolamento termico dato dalle caratteristiche chimico-fisiche del materiale, permetteva di conservare il vino perfettamente. Il vino veniva quindi riposto nelle Anfore, chiamate QVEVRI, dove poi si affinava e veniva trasportato via mare. Furono gli etruschi a diffonderle in Italia.
Non c’è dunque metodo di conservazione più naturale che quello in Anfora, riscoperto al giorno d’oggi con la volontà di ritrovare quell’equilibrio armonico tra vino, territorio e produttore. Il vino in Anfora ha infatti necessità di un maggior controllo ed attenzione da parte del produttore – ma ha anche il pregio di rispettare le caratteristiche identitarie delle uve lavorate al suo interno perchè non cede alcun sapore al contrario del legno.
Le Anfore racchiudono il nostro vino, sono scrigno del nostro territorio e del nostro lavoro nella sua purezza più naturale.

Il tuo nome*

La tua email*

Telefono*

Messaggio

INFORMATIVA PRIVACY

 Letta "L'informativa privacy", acconsento al trattamento dei miei dati personali.